Il vaccino covid e l’influenza sull’economia

0

L’ottimismo sul fatto che l’arrivo anticipato di un vaccino significhi che l’economia globale sarebbe fuori pericolo nel 2021 sta affrontando un ripensamento mentre il COVID-19 risorge e muta.

Rimane ogni possibilità che un’efficiente introduzione del vaccino in Canada e altrove porti davvero a segnali di ripresa ben prima della fine di quest’anno. Ma ci sono voci che suggeriscono che la pandemia potrebbe riservare altre cattive notizie. Certamente il primo giorno di negoziazione di mercato dell’anno è stato tutt’altro che propizio.

Record di azioni per il lancio del vaccino

Le azioni hanno raggiunto i record all’inizio della sessione mentre gli investitori si sono concentrati sul lancio dei vaccini COVID-19. Ma gli investitori sono rapidamente diventati cauti sul percorso del virus, che continua a diffondersi in mezzo alla scoperta di una nuova variante.

Non è mai una buona idea mettere troppe azioni in un solo giorno di negoziazione o nell’analisi istantanea di movimenti improvvisi del mercato , ma il declino di lunedì – che ha visto un calo nel mercato del Nasdaq ad alto contenuto tecnologico di quasi il tre per cento – ha aggiunto una sensazione di disagio.

Attivazione di restrizioni più severe

Poiché il nuovo ceppo COVID-19 innesca restrizioni più severe sull’attività economica e limita ancora di più il movimento delle persone, è diventato sempre più chiaro che la strada per l’immunità indotta dal vaccino ora avrà più buche. Si temeva che la lotta per riprendersi dall’impatto economico della pandemia avrebbe portato a sforzi fuorvianti da parte dei paesi verso una “ulteriore armatura dei dazi commerciali” e una polarizzazione destabilizzante nella politica e nel reddito.

I virologi avvertono non solo di un singolo nuovo ceppo, ma di una serie di mutazioni continue man mano che la malattia si diffonde in tutto il mondo, in continua evoluzione attraverso cambiamenti accidentali nel suo corredo genetico. Quindi, come abbiamo già visto, le versioni più virulente competono con i loro cugini virali per tornare indietro e in giro per il mondo.

Con un po ‘di fortuna, le mutazioni a diffusione più rapida non saranno peggiori e potrebbero teoricamente essere più lievi. Ma alcuni scienziati nel Regno Unito hanno avvertito che gli attuali vaccini potrebbero non essere altrettanto efficaci su una nuova variante in Sud Africa. La versione europea più virulenta è già comparsa negli Stati Uniti e in Canada. Al momento della stesura di questo documento, quello trovato in Sud Africa non è stato ancora individuato qui, ma l’esperienza con precedenti onde di trasmissione implica che il suo arrivo è inevitabile.

Nel frattempo, l’idea che paesi e regioni possano combattere il virus mantenendo intatta l’economia sta affrontando prove contraddittorie.

I tassi di mortalità e di casi nelle regioni che sono rimaste in gran parte aperte significa che luoghi come la Gran Bretagna e gli Stati Uniti hanno dovuto affrontare una crescente pressione dell’opinione pubblica per intraprendere un’azione più forte, anche se l’economia si indebolisce. Luoghi che hanno imposto severi blocchi in precedenza nella battaglia contro la pandemia, come l’Australia e la Cina, hanno registrato un relativo successo economico.

I dati della Cina

I dati economici della Cina sono comunemente contestati, ma la Banca mondiale suggerisce che la crescita nel paese riprenderà a circa l’8% quest’anno.

Nel suo rapporto sulle prospettive economiche globali per il 2021, pubblicato di recente , la Banca mondiale teme un impatto persistente del virus – quello che ha avvertito potrebbe essere un “decennio perduto”, specialmente per i paesi che non sono riusciti a superare la pandemia in anticipo. Dopo un anno turbolento, l’industria energetica canadese si prepara a nuovi sconvolgimenti nel 2021
“Si prevede che molti paesi perderanno un decennio o più di guadagni di reddito pro capite”, afferma il rapporto della Banca mondiale. “I rischi al ribasso includono la possibilità di un’ulteriore recrudescenza del virus, effetti più gravi sulla potenziale produzione della pandemia e dello stress finanziario”.

Oltre ai danni immediati all’economia causati dalle interruzioni del commercio, dall’attività commerciale interna e dalla perdita di posti di lavoro, la Banca Mondiale teme che fattori come un enorme accumulo di debito pubblico e privato e un guasto dell’istruzione porteranno a un prolungato deterioramento dell’economia. prospettive.

Canada e Regno Unito

In alcune parti del Canada e nel Regno Unito, le richieste di misure più rigorose – inclusi limiti più severi ai viaggi intesi a combattere la diffusione indotta dalle vacanze e la crescente pressione sugli ospedali – significano che le speranze precedenti che il rimbalzo autunnale continuerà nel 2021 sembrano meno certe.

Sebbene possano essere distorti dalle vacanze, i dati sull’occupazione sia per gli Stati Uniti che per il Canada sono in arrivo venerdì e offriranno il più fresco aggiornamento possibile sull’eventualità che la lenta ma costante ripresa dell’economia canadese si sia arrestata. I dati sul prodotto interno lordo diffusi due settimane fa hanno mostrato che la crescita ha continuato a salire dal grande calo di aprile. Se continua così, non sarà strettamente una ripresa a forma di V , ma forse una V scritta da un bambino di quattro anni che si allunga un po ‘troppo a destra.

Potrebbe essere cambiato. I dati sul PIL risalgono a ottobre, quando tutti erano molto più ottimisti, mentre Statistics Canada ha raccolto i dati sull’occupazione di dicembre che vedremo venerdì poche settimane fa.

Queste cifre sull’occupazione possono offrire un primo suggerimento se la barra di destra della V è scesa, trasformandola in qualcosa di più vicino a una W – il potenziale indicatore di una doppia recessione.