Annunciato l’aumento della bolletta della luce, il Codacons denuncia: ‘E’ una speculazione’

0

L’aumento della bolletta della luce dovuto ai rincari del prezzo all’ingrosso ha scatenato l’ira delle associazioni dei consumatori.

L’aumento della bolletta della luce si configura come una nuova stangata per le famiglie italiane. L’Autorità per l’energia elettrica ha comunicato che dal primo luglio la luce costerà il 2,8% in più mentre si abbasserà del 2,9% la tariffa del gas. Secondo le stime delle associazioni dei consumatori, ogni famiglia pagherà in media nove euro l’anno in più mentre il risparmio per il gas sarà di circa 40 euro annui.

Questo aumento è stato giustificato dall’Autorità per l’Energia con l’aumento dei prezzi del mercato nazionale dell’energia elettrica all’ingrosso che nei prossimi tre mesi prevede un rialzo sostanzioso, stante anche gli alti consumi dovuti al caldo eccessivo e all’uso massiccio di condizionatori elettrici.

Una vera batosta, come l’ha definita anche il Codacons che denuncia proprio l’aumento dei costi in una stagione torrida che costringe le famiglie italiane ad accrescere il consumo di energia elettrica per refrigerarsi, soprattutto nelle regioni meridionali dove il caldo e l’afa sta raggiungendo picchi davvero preoccupanti. Una vera ‘speculazione’ denuncia l’associazione dei consumatori, certificata dalla stessa Autorità che giustifica l’aumento dei prezzi con l’andamento dell’elettricità e i prezzi nel mercato nazionale all’ingrosso.

Una stangata che complessivamente frutterà 330 milioni l’anno in più al gestore nazionale e che renderà ancora più salata la bolletta anche per le famiglie meno abbienti.
‘Tanto per cambiare, i prezzi del gas scendono d’estate, quando nessuno accende il riscaldamento e poi magicamente salgono d’inverno’ ha dichiarato il responsabile del settore energia dell’Unione Nazionale Consumatori, Mario Vignola. Il consumo del gas in estate è davvero minimo, mentre l’energia elettrica è una fonte di energia essenziale per contrastare gli effetti del caldo asfissiante.