Bancario vs banchiere: 3 carriere del primo per arrivare allo stipendio del secondo

0

Bancario vs banchiere: il primo guadagna tre volte del primo. Lo studio è stato condotto dal sindacato First Cisl da cui vengono fuori cifre fra i salari dei dipendenti e quelli dei vertici che in alcuni casi fincono a numeri come 40, 50 pari a 122 volte.

Bancario vs banchiere: differenze di stipendi

Ciò vuol dire che un amministratore delegato delle banche italiane può avere un introito oltre 100 volte lo stipendio medio di un bancario del suo gruppo. Prese in considerazione le varie voci di remunerazione e il fair value delle azioni avute in qualità di incentivo, dove un ad può guadagnare quasi 5,5 milioni di euro che è quanto lo stipendio medio annuo di 122 dipendenti del gruppo: sono 15 mila euro al giorno, inclusi i festivi.

Bancario vs banchiere: le cifre scioccanti

Ad esempio il presidente del Banco Bpm, Carlo Fratta Pasini, che ha incassato 560 mila euro, prende uno stipendi o pari a 10 volte quello degli alt dipendenti. Quanto a Carige, per ciascuno dei suoi 193 giorni di lavoro, l’ad Paolo Fiorentino della banca ligure ha avuto quasi 3.750 euro, per un totale di 723 mila euro, pari a quanto hanno guadagnato nello stesso periodo 29 dipendenti

Non bisogna poi dimenticare che secondo l’autorità bancaria europea (Eba), nel 2016 è sceso del 10,6% il numero di quelli con stipendi e bonus maggiore di un milione di euro annui, mentre in Italia è rimasto quasi invariato (da 174 a 172).

I nostri banchieri hanno avuto un guadahmo in media 1,73 milioni a testa. Nel suo rapporto annuale l’Eba rileva che in totale fra stipendi fissi, variabili e bonus dilazionati nel tempo, i top manager italiani hanno portato un’uscita al settore bancario e finanziario pari a 351 milioni. Quasi un terzo è andato a 58 dirigenti dell’investment banking in particolar modo sotto forma di bonus: la parte variabile rappresenta i due terzi della remunerazione totale per un bancario.