Borse europee trascinate verso il basso dai titoli bancari: i timori in attesa della Bce

0
borse europee

Ancora in calo le borse europee in attesa del nuovo comunicato della Bce che sarà diffuso nella giornata di giovedi.

Le Borse europee confermano il trend ribassista alle ore 14 di oggi, in attesa delle decisioni che verranno prese dalla Bce nella giornata di giovedi e che inevitabilmente avranno importanti ripercussioni sull’andamento degli indici azionari. Secondo Morgan Stanley da Francoforte potrebbe giungere l’indicazione di bilanciare i rischi, modificando il precedente orientamento sul ribasso dei rischi.

Nel nuovo comunicato della Bce potrebbe essere tolto il riferimento al taglio dei tassi di interesse. I toni più bilanciati non avrebbero comunque, secondo gli analisti, un grande impatto sui mercati. Lo spread Btp-Bund è quotato sotto i 200 punti (198,5), un chiaro segnale su come i timori per possibili elezioni anticipate in Italia stiano già dispiegando i propri effetti anche sul mercato dei bond. Un dato che rivela come la politica rappresenti ancora un driver fondamentale per i bond europei.

Fra pochissimo si voterà anche nel Regno Unito e non è detto che l’esito delle votazioni non possa avere un grande impatto sui mercati sopratutto se dovesse spirare ancora più forte un vento populista. Le pessime performance dei titoli bancari di quasi tutte le borse europee ha trascinato verso il basso gli indici. Il Ftse Mib fa registrare una flessione dello 0,88% a causa del calo contemporaneo di Unicredit (1,10%), Banco Bpm (-2,31%) e Intesa San Paolo (-1,47%). I timori di un possibile bail-in hanno provocato un crollo verticale del titolo del Banco Popular alla borsa di Madrid. Una debacle pesantissima che segue il precedente calo del 17% della seduta di venerdi. Neanche il superamento degli stress test ha dato fiducia agli investitori e adesso sembra davvero incombere una richiesta immediata di liquidità di emergenza.