Come creare il business plan della propria vita

0

La strada verso il successo parte dalla determinazione e dalla meritocrazia. In una società in cui tutti sognano di avere successo – com’è lecito che sia per ognuno di noi – diventa fondamentale meritarsi di avere il successo che ricerchiamo, facendo leva sulle proprie capacità e attitudini personali. Per partire, non è sempre necessario avere un lavoro, ma è indispensabile avere una buona idea.

Sapere cosa si vuole dalla vita è il primo passo per fare successo in campo lavorativo. Essere determinati non significa semplicemente conoscere i propri obiettivi, ma cercare di raggiungere quel determinato traguardo ogni giorno, con passione ed entusiasmo crescenti. Tutti i personaggi di successo della storia si sono distinti per una loro particolarità: proprio da questo occorre partire per iniziare a pensare di farsi strada nel mondo del lavoro e ottenere una certa soddisfazione personale.

Il successo è sinonimo di unicità e – per essere unici – occorre avere qualcosa che ci permetta di distinguerci dagli altri. E di unicità si è occupato anche Napoleon Hill, che già nel 1908 iniziò a intervistare centinaia di uomini di successo per capire quale fosse il loro talento rispetto a quello della gente comune. Il risultato dei suoi studi – raccolto nel volume “Pensa e arricchisci te stesso” – fu sorprendente: il segreto del loro successo si spiegò unicamente con l’intensità con la quale questi personaggi lavoravano per perseguire i loro obiettivi.

Gli obiettivi degli uomini intervistati da Hill non sempre corrispondevano al successo ricercato, ma piuttosto a ricerche, aziende e progetti inerenti alle proprie attitudini e passioni. Nessuno degli intervistati aveva studiato per conseguire una laurea o lavorato per un sostentamento economico, ma semplicemente seppero fare delle proprie passioni un vero lavoro.

A distanza di oltre un secolo, lo psicologo K. Anders Ericsson è tornato sull’argomento per formulare la legge delle 10000 ore. In parole semplici: chiunque svolga una certa attività per oltre 10000 ore, ne diviene automaticamente un professionista. È chiaro che se la propria passione coincide con il proprio lavoro, non è difficile raggiungere le 10000 ore e divenire – secondo K. Anders Ericsson – un vero professionista del settore.

Esistono due possibili strade per stilare il business plan della vostra vita. La prima è quella di adeguarsi alla ricerca di mercato. Se il mercato richiede ingegneri, allora potrete pensare di laurearvi in ingegneria, ma non sempre questa strada garantisce di poter fare il lavoro dei vostri sogni.

La seconda è invece quella di perseguire la ricerca di passione. In questo caso, la scommessa più importante da fare è quella su noi stessi e su quello che vogliamo diventare. La via della passione comporta sacrificio e una cospicua dose di motivazione personale come fonte di stimoli e conseguenti soddisfazioni.

Numerose ricerche hanno provato che gli individui che provano una passione profonda per una determinata materia, si dedicheranno a essa con una abnegazione che potrebbe consentire loro fare delle scoperte che nessuno di loro ha mai fatto. Essere esperti in una determinata materia è segno di successo professionale, che porta in sé in arricchimento a livello personale, fondamentale per la collettività.