Fondi di investimento immobiliare pronti a cambiare l’economia indiana?

0
condominio

Dalla pandemia, c’è stato un rejig relativo agli investimenti da parte degli investitori globali con l’attenzione che si è spostata dall’India dalla Cina come destinazione di investimento preferita. Il cambiamento ha dato un nuovo stimolo allo sviluppo delle infrastrutture commerciali e manifatturiere nel Paese. Pertanto, l’India dovrebbe attrarre più investitori globali e fondi globali, che si stanno avventurando nello spazio degli investimenti immobiliari commerciali. Con il settore immobiliare del paese che contribuisce per il 6-7 per cento al prodotto interno lordo (PIL) del paese, che si prevede aumenterà ulteriormente negli anni a venire, gli investitori hanno ampi margini per esplorare le nuove opportunità in India – Fondi di Investimento Immobiliare (REIT) e Fondi di Investimento Infrastrutturali (InvIT).

Perché REIT e InvIT?

In un’economia in rapida crescita come l’India, dove le città si stanno espandendo rapidamente, il settore immobiliare e le infrastrutture diventano un fattore chiave di crescita. A causa della rapida crescita dell’urbanizzazione, c’è un disperato bisogno di enormi capitali e REIT e InvIT sono un veicolo unico per gli emittenti per accedere al capitale. Per gli investitori, con tassi di interesse reali bassi prevalenti nelle economie sviluppate, è naturale che gli investitori in cerca di rendimenti più elevati guardino a strade come REIT e InvIT. Quindi, è solo una questione di tempo che vedremo sorgere un numero maggiore di REIT e InvIT e più investitori che cercheranno di investire in essi.

REIT e InvIT – Portano un alto potenziale di crescita

Il settore immobiliare e delle infrastrutture in India sta crescendo a un ritmo veloce. Si stima che il settore immobiliare in India tocchi 650 miliardi di dollari e contribuisca quindi al 13% del prodotto interno lordo (PIL) indiano entro il 2025, ed entro il 2040 il mercato immobiliare crescerà fino a raggiungere i 9,30 miliardi di dollari (65.000 crore di rupie), che era di 1,72 dollari. miliardi (Rs 12.000 crore) nel 2019 (Indian Real Estate Industry Report, IBEF aprile 2021). Guardando questi numeri, è evidente che il mercato immobiliare e delle infrastrutture è una strada molto praticabile per gli investitori e con sempre più indiani che cercano di investire in opzioni a basso rischio e alto rendimento

Attualmente, in India sono operativi circa 11 REIT e InvIT, di cui 10 hanno un livello di sicurezza AAA (livello più alto). L’India ha iniziato il 2021 con il lancio di successo del terzo REIT del paese – Brookfield REIT (dimensione dell’emissione di circa $ 512 milioni – Rs 3.800 crore)). Anche durante il periodo della pandemia, l’assorbimento netto degli immobili è stato piuttosto elevato, indicando che i REIT si stanno riscaldando come destinazione per gli investimenti. Ciò alimenterà ulteriormente il settore immobiliare che si aggiunge alla fiducia della comunità nazionale e globale nei REIT. Con più REIT da quotare quest’anno, il mercato REIT indiano è pronto per entrare in una nuova fase di crescita.

Potenziamento normativo e politico

Nel Budget dell’Unione 2021-22, il governo dell’India (GoI) al fine di rendere più attraenti gli investimenti in REIT e InvIT e aumentare i fondi per i settori, ha consentito agli investitori di portafoglio esteri (FPI) di entrare nel finanziamento del debito di REIT e InvIT . Inoltre, al fine di facilitare la conformità, i pagamenti dei dividendi a REIT e InvIT sono stati esentati dall’imposta dedotta alla fonte (TDS). Analogamente, per gli FPI, è stata abilitata la detrazione dell’imposta sul reddito da dividendi a un’aliquota contrattuale inferiore.

Il consiglio di amministrazione di Sebi (tenutosi il 29 giugno 2021) ha approvato emendamenti ai regolamenti REIT e InvIT per la revisione dell’importo minimo di sottoscrizione e del lotto di negoziazione, con il valore minimo della domanda da ridurre da Rs 50.000 a un intervallo di Rs 10.000-15.000 e il rivisto lotto di negoziazione sarà di una unità. Si prevede che l’allentamento delle norme sugli investimenti migliorerà la liquidità, attirerà più investitori al dettaglio e incoraggerà più quotazioni pubbliche in futuro. Tutte queste misure apriranno anche una nuova strada per gli FPI per investire in un mercato in crescita come l’India.

GIFT IFSC rafforza la proposta internazionale dell’India

L’obiettivo principale dell’IFSCA è sviluppare una forte connessione globale e concentrarsi sui bisogni dell’economia indiana, nonché fungere da piattaforma finanziaria internazionale per l’intera regione e l’economia globale.

L’abilitazione dell’IFSCA nell’elenco dei REIT e degli InvIT nell’IFSC è una mossa incoraggiante e può fornire un impulso generale alle varie opportunità commerciali disponibili nell’IFSC. Inoltre, le entità dell’IFSC possono partecipare e beneficiare della crescita del settore immobiliare e delle infrastrutture nelle giurisdizioni internazionali. Un paniere più ampio di servizi e prodotti finanziari insieme a una maggiore partecipazione al dettaglio contribuirà a posizionare GIFT IFSC come un’attraente destinazione di trading e investimento. Questo è destinato a elevare GIFT IFSC come uno dei principali centri finanziari internazionali nel mondo.

La via da seguire

I REIT sono stati una storia di successo a livello globale ed è la principale via di raccolta di capitali per le attività immobiliari e quindi il suo potenziale in India è ovvio. I REIT creano un caso per una maggiore liquidità, un tasso di interesse più elevato e una diversificazione del portafoglio rispetto agli investimenti diretti, riducendo a sua volta il rischio per un investitore straniero. Mentre guardiamo alla nuova normalità, gli investimenti in REIT si stanno rivelando molto più vantaggiosi per gli investitori nei mercati emergenti come l’India rispetto ai mercati sviluppati. Inoltre, l’IFSCA con le sue riforme proattive sta rendendo GIFT IFSC più accessibile e attraente sia per gli investitori indiani che per quelli stranieri.

Inoltre, la maggior parte delle società immobiliari indiane riceverà capitali significativi da investitori stranieri. Pertanto, creando uno scenario vantaggioso per entrambe le parti (emittenti e investitori) attraverso l’agevolazione dei fondi e la creazione di rendimenti più elevati nel processo di investimento. Con GIFT IFSC pronta a compiere il prossimo grande passo, l’India è pronta a diventare una roccaforte finanziaria internazionale