Gestione delle risorse: i più virtuosi sono i nonni

0

I nonni ricoprono un ruolo sociale infinitamente importante e a quanto risulta dagli studi e dalle ricerche più recenti sono i più ‘green‘ per quanto riguarda il rispetto dell’ambiente e la salvaguardia delle risorse. Si tratta di comportamenti virtuosi, che guardano sia al risparmio monetario ma anche alla salvaguardia del pianeta, alla gestione delle opere quotidiane e anche alla valorizzazione del patrimonio naturale esistente.

La ricerca che ha avvalorato questi concetti è stata eseguita dall’associazione Donne e Qualità della Vita, la quale unisce psicologi italiani ed è particolarmente attenta al sociale. Sono state prese in esame ben 500 famiglie in tutta Italia e dai dati emersi è risultato che dove c’è la presenza dei nonni l’attenzione, il rispetto e la cura per l’ambiente sono aumentati in modo esponenziale. Qualche esempio? Il consumo energetico migliora del 35% se in casa c’è un nonno e del 15% se i nonni non vivono in casa ma accudiscono i nipoti. La percentuale cala inesorabilmente al 7% se i nonni non sono presenti.

Un altro aspetto interessa la gestione dei rifiuti, quindi la raccolta differenziata, il riciclo delle lampadine e lo spreco di acqua, tutti aspetti che vedono le famiglie con i nonni proporsi come più virtuose. Dalla ricerca risulta inoltre che i nonni inquinano molto meno anche nelle attività parallele alla famiglia, come ad esempio il consumo di buste di plastica quasi azzerato dall’impiego di borse di proprietà, la pratica di lavare con poco detersivo e di dosarlo sapientemente, la scelta di prendere i mezzi pubblici per spostarsi e quindi di inquinare meno l’ambiente.

La ricerca ha inoltre stilato una classifica delle regioni più virtuose, dove ai primi posti troviamo la Lombardia, la Toscana e l’Emilia, mentre il fanalino di coda è rappresentato dalla Sicilia e dalla Calabria, regioni dove molto incide la poca presenza della raccolta differenziata dei rifiuti.