Gran Bretagna: le auto si ricaricano in viaggio

0

Molto presto in Gran Bretagna sarà possibile ricaricare le auto in viaggio senza effettuare soste. L’ambizioso progetto prevede la costruzione di autostrade elettriche e presto verranno effettuati i primi test. L’obiettivo principale è quello di rendere accessibile a più fasce di utenti la mobilità elettrica, anche se questo tipo di “ricarica” è molto utile per i mezzi pesanti, in quanto è possibile effettuare lunghi viaggi senza doversi fermare presso le aree di sosta per ricaricare le batterie del mezzo.

L’esperimento (unico nel suo genere) sarà avviato entro la fine dell’anno e durerà 18 mesi, successivamente si farà sul serio con i test sulle strade pubbliche. Lo studio di fattibilità è stato commissionato da Highways England e per il Ministro dei Trasporti britannico, Andrew Jones, questa nuova frontiera offre spunti interessanti per ripensare il modo di muoversi.

Il governo infatti ha già stanziato 500 milioni di sterline per i prossimi 5 anni in modo che la Gran Bretagna sia uno dei primi paesi al mondo a sfruttare questo tipo di tecnologia. Inoltre verranno installati nuovi punti di ricarica sulla rete autostradale (una colonnina ogni 32 km), perché, come potete immaginare, si tratta di un futuro ancora lontano e nel frattempo c’è bisogno di più aree di sosta.

Purtroppo in Gran Bretagna i veicoli elettrici sono appena l’1%, anche se la vendita è aumentata negli ultimi mesi, tanto da far parlare di un vero e proprio boom con 6mila unità in un solo mese. Nessuno immaginava che tra la fine del 2014 e marzo 2015 si sarebbero registrate queste cifre, anche perché marzo 2014 si era chiuso con 728 unità. Gli esperti hanno concordato sul fatto che questo risultato è stato dato da un nuovo modello di auto elettrica, il Mitsubishi Outlander PHEV, anche se non bisogna dimenticare che il governo britannico è intervenuto con politiche incentivanti. Chissà se vedremo anche la Regina Elisabetta a bordo di un’auto elettrica!