Navigatori satellitari moto

0

Chi viaggia e si sposta frequentemente in motocicletta può avere la necessità di avere a disposizione un navigatore satellitare moto. Chi ha scelto di acquistare questo dispositivo, deve tener conto di alcune caratteristiche che interessano sia l’apparecchio nella sua veste fisica, sia il software e l’hardware, nonché la configurazione e l’aggiornamento delle mappe. Vediamo quali sono le caratteristiche che devono possedere i navigatori satellitari moto per essere considerati degli acquisti utili e completi per i motociclisti.

1- Le dimensioni dell’unità: essa deve avere una forma e un ingombro ridotti e coerenti per poter essere montata sul manubrio della motocicletta.

2- Il sistema che viene impiegato dai navigatori satellitari per moto può essere di due tipologie, parallelo o multiplexing. I navigatori satellitari per moto paralleli hanno a disposizione diversi canali riceventi, i quali lavorano in parallelo. In questo modo, se il segnale è perso da un satellite può contare sul ricevimento di un altro, senza lasciare il motociclista privo di connessione. Gli altri satelliti sono infatti disponibili per calcolare la posizione, mentre il navigatore effettua la scansione per vedere se ci sono altri satelliti disponibili per indicare l’itinerario. Di base si tratta di ricevitori con 8 oppure 12 canali paralleli.

I navigatori satellitari moto multiplexing possiedono invece un solo canale, che lavora in continuazione per scansionare le frequenze ed elaborare i segnali, fermandosi su un satellite alla volta. Si tratta di un metodo meno performante del precedente, perché in caso di ostacoli come ad esempio un tunnel o una montagna, il segnale può mancare anche per molto tempo prima che la moto venga nuovamente localizzata. Si tratta di una caratteristica fondamentale, che spesso non è indicata chiaramente nella confezione e difficilmente è conosciuta da chi vende i prodotti. Il sistema deve però essere conosciuto e va valutato in base ai percorsi che si intendono fare. Se ad esempio si tratta di viaggi piani e privi di ostacoli, quest’ultima tipologia di navigatori satellitari moto può essere sufficiente, mentre se si tratta di percorsi più articolati e con ostacoli è preferibile indirizzarsi verso la scelta di navigatori satellitari moto paralleli.

3- La possibilità di connettere l’unità a una antenna esterna: questo tratto è rivolto particolarmente a chi pratica il motociclismo off road, fuori strada, e l’antenna chiede di essere montata nel parafango posteriore, perché guidando con il corpo proteso in avanti o in piedi si rischia di perdere il segnale che proviene dal cielo.

4- L’alimentazione esterna dell’unità: è importante sapere se i navigatori satellitari moto sono dotati di supporto di serie e quindi alimentati quando vengono montati sul supporto stesso, oppure se è necessario dotarsi di un supporto universale, che rappresenta una spesa aggiuntiva.

5- Le caratteristiche fisiche del sistema: la più importante interessa l’impermeabilità, giacché i navigatori satellitari moto devono essere impermeabili e anche protetti dagli urti. In mancanza di queste caratteristiche è necessario acquistare le custodie dedicate.

6- Le caratteristiche di connessione: il dispositivo può prevedere la possibilità di essere interfacciato con il computer per gestire i dati della navigazione e anche per caricare i dati che servono durante i viaggi e le uscite. Al contempo, i navigatori satellitari moto possono prevedere la connessione via Bluetooth dell’unità, la quale è utile per convertire il navigatore in un centro di controllo che può essere impiegato dallo smartphone e anche per sentire musica di sottofondo durante il viaggio.

7- Le mappe e l’espansione della memoria: ultimo ma non in ordine di importanza, i navigatori per moto devono ovviamente contenere le mappe relative ai paesi scelti, all’Europa o al mondo intero e il loro aggiornamento può essere gratuito oppure a pagamento. Trattandosi di strumenti un po’ particolari, quando si inseriscono nuovi dati e la memoria è piena si rischia di perdere informazioni vecchie, quindi è utile scegliere strumenti che possono essere accessoriati con memoria espandibile mediante schede SD.