Home Economia Perchè il vaccino contro il Covid genera speranze a livello mondiale?

Perchè il vaccino contro il Covid genera speranze a livello mondiale?

0
Perchè il vaccino contro il Covid genera speranze a livello mondiale?

I programmi sui vaccini hanno suscitato ottimismo e incoraggiato una revisione delle proiezioni di crescita globale per il 2021 e oltre. La scorsa settimana, il Fondo monetario internazionale (FMI) ha pubblicato il suo rapporto semestrale di punta, World Economic Outlook (WEO), che viene solitamente annunciato durante i tradizionali pow-wow del FMI – incontri annuali insieme alla Banca mondiale, in autunno e primavera.

Dallo scoppio della pandemia di Covid-19, l’FMI e la Banca mondiale hanno tenuto virtualmente questi incontri. Il recente rapporto è più ottimista rispetto alle precedenti edizioni pubblicate dopo la pandemia Covid-19, che ha provocato la peggiore recessione globale dalla seconda guerra mondiale.

L’economia mondiale, in termini reali, si è contratta del 3,3 per cento nel 2020, secondo le stime del personale del FMI. Le economie avanzate (EA) si sono contratte del 4,7%, mentre i mercati emergenti e le economie in via di sviluppo (EMDE) sono diminuite del 2,2% lo scorso anno.

Tra le economie del G-20, solo Cina e Turchia, entrambe EMDE, hanno registrato una crescita complessivamente positiva nel 2020. In Europa, Turchia e Irlanda sono state le uniche economie che hanno registrato una crescita, mentre l’Unione Europea, come blocco di 27 economie, ha registrato una contrazione del 6,1% nel 2020.

Crescita del PIL reale nel 2020 nelle economie del G-20 (%) (IMF WEO, aprile 2021)
Il successo della somministrazione di vaccini in diversi paesi ha portato ottimismo e incoraggiato le organizzazioni economiche internazionali e gli economisti a rivedere le proiezioni di crescita globale per il 2021 e oltre. Il recente rapporto del FMI prevede una crescita del PIL reale del 6% per l’economia globale nel 2021, 0,8 punti percentuali in più rispetto alla sua proiezione nell’ottobre 2020.

La ripresa economica nel mondo varierà da paese a paese, principalmente a causa della distribuzione ” irregolare e ingiusta ” – come descritto dal segretario generale delle Nazioni Unite Antonio Guterres – del vaccino tra i paesi.

Tuttavia, la possibilità di un’eventuale vaccinazione in tutto il mondo riduce le incertezze in misura significativa, se non del tutto. Insieme alla risposta politica e al sostegno finanziario dei governi per mitigare l’impatto della pandemia e sostenere l’economia, gli economisti si troveranno nella posizione perfetta per fare stime audaci sul futuro.

La perdita dell’economia

La crescita robusta è in parte il risultato dell’effetto base. Nel 2020, l’economia globale ha subito una perdita di $ 3 trilioni in termini di PIL a parità di potere d’acquisto. Sebbene ciò fornisca una base, quindi un effetto denominatore, per una ripresa più forte, è anche un fatto che un terzo della crescita andrà a compensare la perdita nel 2020, per raggiungere o superare i livelli pre-pandemici.

Previsioni di crescita per il 2021

L’espansione economica nel 2021 proverrà principalmente dai mercati emergenti e dalle economie in via di sviluppo, costituite da 156 economie secondo la definizione del FMI, che rappresentano il 62% della crescita globale nel 2021. Tuttavia, escludendo la Cina, il contributo degli EMDE sarà del 37,5%, mentre avanzato le economie (ancora 39 economie, secondo la definizione del FMI) rappresenteranno poco più del 38% della crescita del PIL globale.

Si prevede che due terzi della crescita globale nel 2021 proverranno solo da 10 paesi. Secondo i calcoli basati sulle recenti stime del FMI, questo sarà il caso anche per i prossimi sei anni. Gli Stati Uniti e l’India dovrebbero fornire contributi maggiori nel 2021 rispetto alla loro performance storica negli ultimi due decenni. Ciò è dovuto principalmente al basso effetto base, poiché entrambe le economie si sono contratte rispettivamente del 3,5% e dell’8% nel 2020.

L’importanza delle sfide per la ripresa economica

Sebbene ci siano diversi motivi per essere ottimisti, ci sono ancora incertezze che potrebbero cambiare il corso della ripresa economica e della crescita nel mondo. In primo luogo, il successo finale del vaccino è ancora un gioco da aspettare e vedere , nonostante una significativa diminuzione del numero di decessi correlati a covid nei paesi con alti tassi di vaccinazione.

In secondo luogo, la distribuzione non uniforme del vaccino può causare una ripresa a forma di K e alla fine imporrà un freno alla crescita globale. Mentre le economie con programmi di vaccinazione di successo si riprenderanno fortemente, la ripresa nelle economie con vaccinazioni insufficienti vacillerà in modo significativo.

In alcuni paesi poveri, ciò potrebbe avere conseguenze economiche e sociali disastrose. A questo proposito, COVAX (Covid-19 Vaccines Global Access) può svolgere un ruolo chiave nel fornire un accesso equo al vaccino. Le economie avanzate con pieno accesso ai vaccini dovrebbero supportare ulteriormente tali iniziative.

Una volta che alcune economie, in particolare quelle avanzate, saranno tornate sulla buona strada, potrebbero diminuire gradualmente o terminare il sostegno finanziario. Se non coordinato, ciò potrebbe ripetere il taper tantrum del 2013, che ha causato significativi deflussi di capitali dai mercati emergenti.

Altri rischi presenti già prima della pandemia

Ultimo ma non meno importante, le tendenze pre-pandemiche, come i rischi geopolitici, l’aumento del protezionismo e l’invecchiamento della popolazione continueranno a rappresentare sfide per l’economia globale, anche se in misura minore. Tutte queste sfide e questi rischi richiedono una forte cooperazione e coordinamento internazionale.