Petrolio al ribasso

0

Prezzi del petrolio a picco. Il cosiddetto Barile di Brent, il greggio del mare del Nord, ha registrato un segno negativo di 36.17 dollari. Valore che non si vedeva dal 2004. Le cause sono l’indebolirsi delle economie emergenti, il rialzo del tasso di interesse deciso dalla Federal Reserve pochi giorni fa, che ha fatto rafforzare il dollaro.

La caduta vertiginosa dei prezzi petroliferi potrebbe durare per molto tempo. Venerdì scorso si era chiuso a 36,57 dollari. C’è stato quindi un ribasso di 31 cent. Secondo Goldman Sachs è possibile che il costo del barile scenderà ancora nell’anno che sta per arrivare fino a toccare la soglia di 20 dollari. Secondo invece altri come il Dow Jones si innescheranno acquisti speculativi con un effetto di rimbalzo sui prezzi. Nonostante l’abbassamento dei prezzi si continuano a costruire nuovi impianti petroliferi.