Prestiti alle famiglie e alle imprese: il quadro è in netto miglioramento

0

Ecco i dati più che lusinghieri rivelati da Via Nazionale a proposito di prestiti alle famiglie e alle imprese e sulla qualità del credito.

I prestiti alle famiglie e alle imprese vivono decisamente un periodo positivo. E’ in netto miglioramento il quadro del rapporto tra le imprese e le famiglie italiane e le banche dopo la diffusione dei dati da Via Nazionale che hanno rivelato come i prestiti alle famiglie sono cresciuti dell’1,5 per cento su base annua, con una performance che migliora dell’1,2 per cento i dati ufficiali relativi al mese di giugno.

Nella pubblicazione “Banche e moneta: serie nazionali” emerge una crescita netta del 2,7 per cento dei prestiti alle famiglie (2,6 per cento nel mese precedente), quelli alle società non finanziarie hanno fatto registrare un incremento dello 0,5 per cento (erano stabili a giugno).

Note positive giungono anche per quanto riguarda la qualità del credito con il calo delle sofferenze bancarie che sono scese del 5,1 per cento su base annua (erano cresciute del 4,4 per cento a giugno). Ci sono anche delle buone notizie per quanto concerne il costo del denaro, i tassi di interesse sui mutui erogati a luglio alle famiglie, tenuto conto anche delle spese accessorie, ammontano al 2,45 per cento (2,47 nel mese precedente); i tassi relativi alle nuove erogazioni di credito al consumo ha toccato quota 8,49 per cento.

Proseguendo nella carrellata di dati, vanno ricordati anche i tassi di interesse sui nuovi prestiti alle società non finanziarie che hanno toccato quota 1,55 per cento (1,56 a giugno). Da via nazionale sono state diffusi anche i dati relativi ai tassi di interesse sui nuovi prestiti di importo fino a 1 milione di euro che hanno toccato quota 2,14 per cento, mentre quelli sui nuovi prestiti di importo superiore a un milione di euro sono all’1,08 per cento. I tassi passivi sul complesso dei depositi sono stati pari allo 0,39 per cento. Una serie di dati che attestano come sia migliorata di molto la qualità dei prestiti alle famiglie e alle imprese, dopo un lungo periodo di difficoltà.