Si chiude un brutto anno per l’economia globale: speranze per il futuro

0

L’anno peggiore dell’economia globale dalla seconda guerra mondiale si sta concludendo con una nota triste per milioni di persone, nonostante le prospettive di un rimbalzo che un vaccino contro il coronavirus potrebbe offrire. La scorsa settimana, i dati hanno rivelato come la crisi stia raccogliendo un pedaggio debilitante sui risparmi degli americani, distruggendo anche centinaia di migliaia di posti di lavoro nel Regno Unito, in particolare nel settore dell’ospitalità.

Troppe le negatività nell’anno che volge al termine

Ad accompagnare quegli squarci di tristezza c’erano accenni di speranza che il mondo stesse per lasciarsi alle spalle il peggiore dei danni. I dati ad alta frequenza hanno suggerito una stabilizzazione nelle economie avanzate a dicembre, mentre i rapporti commerciali e industriali cinesi hanno mostrato un rafforzamento. In Norvegia, i responsabili politici hanno persino osato sognare di poter aumentare i tassi di interesse un giorno.

Conti di cassa in forte calo

Vi è stata una variazione anno su anno in dollari dei saldi dei conti correnti delle famiglie mediane. Ne consegue che i cuscini di cassa degli americani sono in calo da mesi, soprattutto tra le famiglie a basso reddito, sottolineando la già precaria situazione finanziaria dei milioni di persone che potrebbero presto perdere i loro sussidi senza lavoro. Le attività  commerciali statunitensi contrassegnate come chiuse su Yelp che erano aperte il 1 ° marzo sono solo un esempio di come la situazione sia stata in bilico quest’anno. Complice il covid, L’economia americana ha cambiato rotta e ora sta affrontando una ripresa da zombi dovendo tra le altre cose occuparsi anche di un vaccino.

Azioni in valuta estera

Gli Stati Uniti hanno etichettato i manipolatori di valuta della Svizzera e del Vietnam, ma hanno vuto tanto altro a cui badare nel corso del 2020. Il Dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti ha designato per la prima volta la Svizzera e il Vietnam come manipolatori di valuta , mantenendo la Cina su una lista di controllo, nel rapporto finale sulla politica dei cambi dell’amministrazione. Che dire poi di Trump e dei continui contatti con funzionario svizzero e vietnamita per tentare la ripresa anche su questi frontj.

La situazione in Europa e il Colpo irregolare

Il settore dell’ospitalità rappresenta più di un terzo della perdita di posti di lavoro con Covid-19, soprattutto nel continente europeo. L’ industria dell’ospitalità ha sopportato il peso maggiore della pandemia sul mercato del lavoro del Regno Unito, rappresentando oltre un terzo del calo dei dipendenti. Il numero totale di persone sui libri paga è stato di 819.000 al di sotto dei livelli pre-pandemia a novembre, con i soli servizi di alloggio e ristorazione che hanno visto un calo di quasi 300.000.

Percorso di velocità più ripido in alcuni paesi

La Norges Bank segnala un aumento dei tassi nella prima metà del 2022. Pare essere la sola ad aver posto in essere un percorso di ripresa del genere. La banca centrale norvegese ha detto che potrebbe essere in grado di farlo aumentare i tassi di interesse prima di quanto si pensasse in precedenza, rafforzando l’opinione che sarà la prima tra i detentori delle principali valute mondiali a inasprire la politica mentre l’economia si riprende.

La situazione in Asia: Il rimbalzo costante della Cina

Strabiliante la situazione in Asia e in Cina soprattutto.  L’economia continua la ripresa fino a novembre. La Cina si è spinta ulteriormente al di sopra delle altre principali economie a novembre con il rafforzamento della produzione industriale e delle vendite al dettaglio, rafforzando le aspettative di una crescita sana nel 2021.Mentre una pandemia ha devastato il mondo, le economie asiatiche guidate da Hong Kong e Singapore sono in cima alla classifica dei sistemi sanitari più efficienti .

Piano costoso: l’Australia esporta principalmente vino di alta qualità in Cina

L’assalto della Cina all’Australia all’industria vinicola sta diventando un vero successo. Mercati emergenti e Grandi disallineamenti sono davvero dietro l’angolo. Si pensi ai tassi di cambio effettivi reali delle valute dei mercati emergenti,  i quali divergono maggiormente dalle stime del valore equo. Le valute dei mercati emergenti sono le più mal valutate, secondo un modello di esperti economisti. Modello che stima i valori equi sulla base dei fondamentali economici.

Pressioni sui prezzi

La banca centrale del Brasile aumenta le previsioni di inflazione fino al 2022. La banca centrale brasiliana prevede che l’inflazione accelererà verso l’obiettivo nei prossimi due anni anche con tassi di interesse più elevati, l’ultima indicazione ancora che i bassi costi di finanziamento record potrebbero non durare.

Mondo: le riprese costanti come andranno

Le principali economie mostrano segni di stabilità con dati alternativi ad alta frequenza. Alcuni dati alternativi ad alta frequenza mostrano che l’attività economica in molte delle maggiori economie avanzate del mondo si è stabilizzata dopo l’indebolimento all’inizio di dicembre.

Tieni inoltre presente che dal suo canto, la pandemia ha accelerato la preoccupante pratica di scaricare le navi , con il loro equipaggio e materiali pericolosi ancora a bordo.