Trump: dopo il buio c’é aria di ripresa

0

Il presidente Donald Trump è sempre stato un ragazzo di grande valore. Si è dimostrato abile nel prendere anche i numeri più tristi e darsi una pacca sulla spalla o impiegare un uso creativo dei dati per farsi bella. Ma la sua dichiarazione secondo cui un inaspettato calo del tasso di disoccupazione segnò probabilmente “il più grande ritorno nella storia americana” fu un notevole livello di iperbole anche per lui.

“Questo è un esempio particolarmente chiaro della sua mancanza di complessità cognitiva”, ha dichiarato Brian Ott, direttore delle comunicazioni entrante presso la Missouri State University e autore di “The Twitter Presidency: Donald J Trump and the Politics of White Rage. ” Il rapporto del Dipartimento del Lavoro di venerdì che 2,5 milioni di americani sono stati aggiunti ai libri paga a maggio è stata chiaramente una buona notizia. In anticipo, gli economisti avevano proiettato la perdita di 8,3 milioni di posti di lavoro, continuando il salasso economico causato dalla pandemia di coronavirus che ha spinto i più alti livelli di disoccupazione dalla Grande Depressione.

Ma gli economisti sostengono che l’idea che l’economia malconcia del coronavirus sia ora sulla buona strada per la ripresa si ripercuote su alcune delle dure verità che i lavoratori americani dovranno affrontare per mesi, se non per anni.
Justin Wolfers, un economista dell’Università del Michigan, osserva che il coronavirus ha spinto l’economia in un buco enorme e che rimane in una brutta posizione.

“L’aumento di questo mese nei libri paga non agricoli di +2,5 milioni è (facilmente!) Il più grande aumento mensile mai registrato”, ha twittato Wolfers. “Ma è ancora solo un ottavo del mostruoso calo del mese scorso di -20,7 milioni. (Anche un record.) “La pretesa prematura del presidente per la vittoria economica riflette una relazione abile con numeri che Trump ha mostrato a lungo.

Trump non è preoccupato per le sorti della salute americana

Trump ha ripetutamente risposto al bilancio delle vittime americano ancora in aumento del coronavirus – superiore a 109.000 – dicendo che se non fosse stato per la sua decisione di limitare i viaggi dalla Cina, dall’Europa e da altri passi, gli Stati Uniti avrebbero potuto perdere “forse anche 2,5 milioni o più vive “, come l’ha detto venerdì.

” Grande mossa chiudendolo “, ha offerto Trump con apprezzamento. La tendenza di Trump a diventare creativi con i numeri è iniziata presto.

All’inizio di questa settimana, Trump ha preso Twitter per indicare un sondaggio del Washington Post – ABC News che ha mostrato che i sostenitori di Trump sono più entusiasti di votare per lui di quanto la gente probabilmente voterà per il probabile candidato democratico alla presidenza, Joe Biden.
Non detto è che lo stesso sondaggio ha mostrato che Biden aveva un vantaggio di 10 punti percentuali tra gli intervistati della loro scelta a novembre.

Richiami al passato

Nel suo libro del 1987 sulla sua ascesa nel mondo immobiliare di New York, “The Art of the Deal”, Trump scrisse che “una piccola iperbole non fa mai male”. Ha definito i suoi fallimenti come manovre legali intelligenti.

“La gente vuole credere che qualcosa sia il più grande, il più grande e il più spettacolare. … È una forma innocente di esagerazione – e una forma molto efficace di promozione “, ha scritto Trump nel suo libro.

Mentre giocava a fare una corsa alla Casa Bianca nel 2011, Trump ha detto che la sua riluttanza a correre era dovuta in parte al “No. 1 spettacolo su NBC. ” Questo è stato un tratto: Trump era stato lo show più votato della rete la settimana prima dell’intervista, ma era arrivato terzo per la rete per l’intera stagione.

Il suo primo giorno alla Casa Bianca, Trump mandò il suo segretario stampa all’epoca, Sean Spicer, a insistere in modo inesatto sui giornalisti sul fatto che Trump aveva attirato “il pubblico più numeroso che abbia mai assistito a un periodo di inaugurazione”. L’economia è uno dei posti preferiti di Trump per far girare un vortice di buoni numeri attribuiti alla sua amministrazione.

L’economia cresce a vista d’occhio per Trump

Con 2,5 milioni di lavoratori aggiunti al libro paga a maggio, ha affermato Trump, l’economia un tempo chiusa sta tornando con “un botto”. Ma con il tasso di disoccupazione ancora al 13,3 per cento – significativamente più alto del punto più basso della Grande Recessione del 2008 – l’ebullienza del presidente non riflette la realtà che la risalita richiederà tempo e potrebbe essere irregolare.

“Questa è stata una buona giornata per lui”, ha detto Claudia Sahm, che ha servito come economista senior nel Consiglio dei consulenti economici durante l’amministrazione Obama. “Ma ha preso quella che è stata una buona giornata e l’ha resa iperbolica”. Mark Zandi, capo economista di Moody’s Analytics, ha avvertito che l’esuberanza sproporzionata di Trump potrebbe ritorcersi contro.

“Se la Casa Bianca prende da questo e il Congresso prende da questo che non abbiamo bisogno di un altro giro di stimoli, questo sarà un problema”, ha detto Zandi. “Dall’altra parte della Festa del Lavoro, l’economia andrà lateralmente o addirittura tornare in recessione, perché tutto il denaro per il salvataggio verrà speso entro la festa del lavoro “. Trump ha utilizzato un evento del Rose Garden venerdì per presentare il nuovo rapporto sull’occupazione e per suggerire che un’economia più forte potrebbe contribuire all’uguaglianza razziale.

Considerazioni finali

Non dichiarato dal presidente, il mese scorso la disoccupazione afroamericana è cresciuta del 16,8 per cento, il massimo da oltre un decennio. Anche il tasso di disoccupazione dei lavoratori americani asiatici è aumentato dal 14,5% al ​​15%. La disoccupazione ispanica è scesa dal 18,9% al 17,6%.
Trump si fece beffe di un reporter afroamericano che notò la disconnessione tra i commenti di Trump e ciò che i lavoratori delle minoranze stanno sopportando. “Sei qualcos’altro”, ribatté.